Di seguito un intervento avanzato dalla prof.ssa A. Sessa a